Cobra Skin
Ottimizzato largh. da 1024 a 1280


Sfoglia il forum  »  Gentes  »  Poseidon

  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Pirati
 
AlexSvoboda
Inviato il: Sabato, 02-Feb-2008, 20:00
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 1626
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 16-Giu-2007




Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


Pirati nel ventesimo secolo
La pirateria oggi non è sparita, anzi, è in ascesa...

La storia di pirateria che ha fatto più scalpore di recente è stata l'uccisione di Peter Blake, famoso velista d'altura con numerose partecipazioni all'America's Cup ed alla Withbread, in Amazzonia nel dicembre del 2001.


Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!



A tutto il febbraio 1998 si sono verificati, nei mari di tutto il mondo, diversi episodi di pirateria. Il 23 gennaio un mercantile è stato “rapito” al largo della Somalia: venti uomini hanno abbordato la nave e hanno chiesto un riscatto.
Nel 1997 si sono verificati 229 attacchi di pirati al traffico navale in tutto il mondo, con il raddoppio dei marittimi uccisi rispetto al 1996 (51 contro 26). La tendenza è in ascesa: 90 attacchi nel 1994, 170 nel 95, 176 nel 96. Nessun ucciso nel 94, 18 nel 95 e 26 nel 96. I mari più pericolosi sono quelli del sud est asiatico, tra l’Indonesia (oltre un terzo degli episodi) e le coste della Thailandia, ma i porti del Brasile, del Venezuela, della Somalia e dello Sri Lanka seguono a ruota.


Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!



Cosa fanno i pirati marittimi del ventesimo secolo? Rubano, e sanno cosa rubare. Il 2 aprile del 97, a Rio de Janeiro, la “Libra Buenos Aires”, portacontainer di un armatore tedesco, è stata alleggerita di sei container di macchine da scrivere, e l’equipaggio di quasi 30mila dollari in contanti. Come avranno fatto i marinai, senza una lira, in franchigia a Rio? Triste destino, il loro.
Andiamo avanti: il 21 ottobre 97 la portacontainer Zim Montevideo, israeliana, ormeggiata nella baia di Guanabara, in Brasile, è stata abbordata da quindici uomini su piccole imbarcazioni. I pirati sono andati a colpo sicuro, svuotando un container di materiale elettronico. Il 29 gennaio del 1998, in Malaysia, 10 assalitori hanno sottratto un terzo del carico di gasolio dalla petroliera Tioman. Un affarone.

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


In genere i pirati moderni si avvicinano alle navi, sempre ormeggiate o in porto, con pescherecci o motoscafi. Mancano, per ora, gli attacchi in alto mare. Tuttavia, secondo il Centro sulla pirateria dell’International Maritime Bureau, l’organismo internazionale che coordina il traffico navale commerciale, gli assalti alle navi avvengono con sempre crescente violenza e, soprattutto, con l’ausilio di mezzi tecnologici e armamenti modernissimi. I pirati sono in grado di individuare i carichi più ricchi, le navi meno difese e agiscono a colpo sicuro sugli obiettivi prescelti. Senza dubbio i furti avvengono su commissione, e il bottino è sempre ricco.
I pirati sono in grado di non operare sempre nella stessa zona, eludendo le guardie costiere e le marine militari dei diversi Paesi, e seguono le modifiche delle rotte commerciali imposte da cambiamenti politici, di trattati commerciali e di movimenti di mercato. Non è difficile immaginare che dietro i pirati ci siano potenti e attrezzate mafie regionali, come quella cinese o malese o indonesiana in Indonesia, le milizie dei signori della guerra somali, la malavita organizzata dei paesi della penisola indocinese o dei paesi rivieraschi sudamericani. Non è neanche difficile immaginare come i più sofisticati dispongano di appoggi generosi all’interno di compagnie marittime, capitanerie di porto o organismi di controllo del traffico.
Quali le differenze rispetto ai pirati tramandati dalla cinematografia, dai romanzi d’avventura e, naturalmente, dalla storia? Solo la tecnologia.

Articolo completo: su
Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top
 
AlexSvoboda
Inviato il: Venerdì, 04-Apr-2008, 19:57
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 1626
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 16-Giu-2007



Era in Trasferimento, a bordo non c'erano passeggeri
Pirati sequestrano yacht francese In ostaggio i trenta marinai a bordo

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Uno yacht francese di lusso con a bordo una trentina di persone è stato assalito da un gruppo di pirati al largo della costa della Somalia. Lo ha confermato il proprietario dell'imbarcazione, il «Ponant», il quale ha detto che i membri dell'equipaggio sono stati presi in ostaggio. Un portavoce militare francese ha riferito da Parigi che la nave «è stata vittima di un atto di pirateria nel primo pomeriggio mentre navigava tra la Somalia e lo Yemen».
Sullo yatch, un trialbero da 850 tonnellate, non ci sono passeggeri, ma almeno 30 persone di equipaggio.

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
AlexSvoboda
Inviato il: Venerdì, 11-Apr-2008, 11:42
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 1626
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 16-Giu-2007



Parigi, l'annuncio di Sarkozy: "Liberi gli ostaggi del veliero"
Il presidente francese: "Nessun incidente, è stata una soluzione pacifica"


Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha annunciato che i pirati che hanno sequestrato un veliero da crociera francese il 4 aprile al largo della Somalia, hanno rilasciato i 30 membri dell'equipaggio (22 sono francesi).

La liberazione è avvenuta "senza incidenti", si afferma una nota dell'ufficio di Sarkozy, che tuttavia non precisa le condizioni del rilascio.

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top
 
AlexSvoboda
Inviato il: Venerdì, 26-Set-2008, 16:08
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 1626
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 16-Giu-2007




Somalia: i pirati catturano nave ucraina con a bordo 30 carri armati
Il governo russo invia un'unità per riprenderseli. Nelle mani dei corsari 14 imbarcazioni e oltre 300 marinai.

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Colpo grosso dei pirati somali. Sulla nave ucraina, catturata giovedì nel Golfo di Aden, ci sono trenta carri armati T 72 russi destinati al Kenya. Un carico che alzerà sicuramente il prezzo del riscatto ed apre scenari inquietanti.

Durante l’ultimo anno, i corsari sono stati protagonisti di ben 60 assalti e attualmente hanno in ostaggio 14 navi e centinaia di marinai. I mercantili sono trattenuti nei pressi del porto di Eyl, rifugio sicuro per i banditi. Una cittadina di pescatori che ha trasformato la pirateria in una industria che procura guadagni ingenti. I pirati in cambio delle navi ottengono riscatti che variano dai 2 ai 9 milioni di dollari. Diversi paesi – in passato anche l’Italia – si sono mobilitati inviando unità militari per pattugliare il Golfo di Aden ma lo sforzo non è bastato a fermare la minaccia.

Il vero nodo – osservano gli esperti – sono i rifugi sulla costa: senza un intervento a terra è difficile debellare i pirati.

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top
 
AlexSvoboda
Inviato il: Giovedì, 20-Nov-2008, 10:39
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 1626
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 16-Giu-2007




Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


I Pirati contemporanei passano all'ecoterrorismo, minacciando un disastro ecologico dopo aver rubato una superpetroliera con un carico di petrolio da 110 milioni di dollari.


A cinque giorni dal sequestro della superpetroliera saudita al largo della costa meridionale kenyota, i predoni somali chiedono all'armatore saudita un riscatto pari a poco meno di 20 milioni di euro e fissano un termine perentorio di dieci giorni per chiudere la trattativa.

Lo ha riferito un rappresentante degli stessi predoni parlando al telefono satellitare da bordo della nave alla fonda nelle acque della Somalia nord-orientale.
"I sauditi hanno dieci giorni di tempo per accettare, altrimenti", ha minacciato, "assumeremo iniziative che potrebbero risultare disastrose".

L'assalto è per il momento escluso. Nella stiva ci sono due milioni di barili di petrolio: un colpo di cannone, anche solo una sparatoria a bordo, potrebbe significare una tragedia. Si rischia di mandare a fuoco tutto, provocare delle falle, perdere nave e petrolio. Danni ecologici a parte, c'è il valore della Sirius. Secondo Astrup Fearneley, broker mondiale marittimo di Oslo, vale 148 milioni di dollari.

Le Corti islamiche. Guidano il nuovo esercito di pirati la Corti islamiche. Le truppe sono formate da pescatori rimasti senza lavoro dopo il collasso della Somalia nel 1991. Si sono inventati un ruolo, hanno imposto il pizzo e sono diventati ricchissimi. Molte delle 30 mila navi che ogni anno passano per il Canale di Suez, da mesi scelgono di doppiare il Capo di Buona Speranza. Anche la Sirius ha seguito la stessa rotta, ma i pirati sono stati più scaltri.

Affondata nave corsara. Ieri una fregata indiana ha incrociato una miniflotta di pirati nel Golfo di Aden. "Malgrado le ripetute segnalazioni - spiegano gli ufficiali della nave militare Ins Tabar - la risposta da bordo della nave pirata è stata minacciosa. Continuavano a maneggiare lanciagranate con l'apparente intenzione di aprire il fuoco". La fregata indiana ha "reagito per autodifesa", spiega la marineria militare indiana, e ha sparato sull'imbarcazione. L'incendio ha innescato le munizioni accumulate nelle stive e la nave pirata è saltata in aria, mentre un paio di lance di appoggio si allontanavano a grande velocità in mare aperto.

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!



PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.3047 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]


Cobra Skin by InvisionSkins.com